AFGHANISTAN +4:30' ALBANIA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre ALGERIA +1 ora AMERICAN SAMOA -11 ore ANDORRA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre ANGOLA +1 ora ARGENTINA -3 ore ARMENIA +4 ore +5 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre ARUBA -4 ore BONAIRE, CURACAO, SABA, ST-MAARTEN AUSTRALIA LORD HOWE ISLAND NEW SOUTH WALES, VICTORIA, A.C.T., HIS, HTI, LDC NORTHERN TERRITORY OUEENSLAND SOUTH AUSTRALIA TASMANIA WESTERN AUSTRALIA +10:30' +11 ore +10 ore +11 ore +9:30' +10 ore +9:30' +10:30' +10 ore +11 ore +8 ore SYDNEY Ultima dom. di Ottobre-Prima dom. di Marzo Ultima dom. di Ottobre-Prima dom. di Marzo DARWIN ADELAIDE Incluso BROKEN HILL, NSW Ultima dom. di Ottobre-Prima dom. di Marzo Prima dom. di Ottobre-Ultima dom. di Marzo AUSTRIA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre AZERBAJIAN +4 ore AZORES Vedi PORTUGAL BAHAMAS -5 ore -4 ore Escluso TURKS AND CAICOS ISLANDS Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre BAHRAIN ISLAND +3 ore BANGLADESH +6 ore BARBADOS -4 ore BELARUS +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre BELGIUM +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre BELIZE -6 ore BENIN, PEOPLES REPUBLIC +1 ora DAHOMEY BERMUDA -4 ore -3 ore Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre BHUTAN +6 ore BOLIVIA -4 ore BONAIRE -4 ore ARUBA, CURACAO, SABA, ST-MAARTEN BOSNIA HERCEGOVNIA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre BOTSWANA +2 ore BRAZIL EAST WEST TERRITORY OF ACRE FERN. DE NORONHA MOST MAJOR AIRPORTS -3 ore -2 ore -4 ore -3 ore -5 ore -2 ore -3 ore COASTAL STATES, SAO PAULO, RIO, BRASILIA Quarta dom. di Ottobre-Ultima dom. di Gennaio Quarta dom. di Ottobre-Ultima dom. di Gennaio ATLANTIC ISLANDS BRITISH VIRGIN ISLANDS -4 ore BRUNEI DARUSSALAM +8 ore BULGARIA +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre BURKINA FASO GMT BURMA Vedi MYANMAR BURUNDI +2 ore CAMBOGIA +7 ore CAMEROON, REPUBLIC OF +1 ora CANADA NEWFOUNDLAND ATLANTIC EASTERN CENTRAL MOUNTAIN PACIFIC YUKON TERRITORY -3:30' -2:30' -4 ore -3 ore -5 ore -4 ore -6 ore -5 ore -7 ore -6 ore -8 ore -7 ore ST.JOHN'S Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre HALIFAX Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre TORONTO, MONTREAL, OTTAWA Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre REGINA, WINNIPEG Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre CAPE VERDE -1 ora CAYMAN ISLANDS -5 ore CENTRAL AFRICAN REPUB. +1 ora CEYLON Vedi SRI LANKA CHAD +1 ora CHILE CONTINENTAL EASTER ISLAND -4 ore -3 ore -6 ore -5 ore Seconda dom. di Ottobre-Seconda dom. di Marzo Seconda dom. di Ottobre-Seconda dom. di Marzo CHINA, PEOPLE'S REPUBLIC +8 ore COCOS (Keeling) ISLANDS +6:30' COLUMBIA -5 ore COMOROS Vedi MAYOTTE CONGO +1 ora COOK ISLANDS -10 ore COSTA RICA -6 ore COTE D'IVOIRE GMT CROATIA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre CUBA -5 ore -4 ore Prima dom. di Aprile-Seconda dom. di Ottobre CURACAO -4 ore ARUBA, BONAIRE, SABA, ST-MAARTEN CYPRUS +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre CZECH REPUBLIC +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre DENMARK +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre DJIBOUTI +3 ore DOMINICAN REPUBLIC -4 ore ECUADOR CONTINENTAL GALAPAGOS ISLANDS -5 ore -6 ore EGYPT +2 ore +3 ore Prima dom. di Maggio-30 Ottobre EL SALVADOR -6 ore ENGLAND Vedi UNITED KINGDOM EQUITORIAL GUINEA +1 ora ERITREA +3 ore ESTONIA +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre ETHIOPIA +3 ore FALKLAND ISLANDS -4 ore -3 ore PORT STANLEY Seconda dom. di Settembre-Terza dom. di Aprile FAROE ISLAND GMT +1 ora Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre FIJI +12 ore FINLAND +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre FRANCE +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre FRENCH GUIANA -3 ore FRENCH POLYNESIA GAMBIER ISLAND MARQUESAS ISLANDS SOCIETY ISLAND, TAHITI, TUBUAI ISLAND, TUAMOTU ISLAND -9 ore -9:30' -10 ore GABON +1 ora GAMBIA GMT GEORGIA +3 ore +4 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre GERMANY +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre GHANA GMT GIBRALTAR +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre GREECE +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre GREENLAND SCORESBYSUND THULE -3 ore -2 ore -1 ora GMT -4 ore -3 ore ANGMAGSSALIK Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre GUADELOUPE -4 ore ST.BARTHELEMY,NORTHERN ST.MARTIN GUAM +10 ore GUATEMALA -6 ore GUINEA GMT GUINEA-BISSAU GMT GUYANA -4 ore HAITI -5 ore -4 ore Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre HONDURAS -6 ore HONG KONG +8 ore HUNGARY +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre ICELAND GMT INDIA +5:30' ANDAMAN ISLANDS INDONESIA CENTRAL EAST WEST +8 ore +9 ore +7 ore KALIMANTAN, SULAWESI IRIAN, BARAT SUMATRA, JAVA, BALI, JAKARTA IRAN +3:30' +4:30' 1° giorno di primavera-1° giorno di autunno IRAQ +3 ore +4 ore 1 Aprile-30 Settembre IRELAND, REPUBLIC OF GMT +1 ora Ultima dom. di Marzo-Quarta dom. di Ottobre ISRAEL +2 ore +3 ore 1 Aprile-Ultima dom. di Agosto ITALY +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre JAMAICA -5 ore JAPAN +9 ore JOHNSTON ISLAND -10 ore JORDAN +2 ore +3 ore 1 Aprile-15 Ottobre KAMPUCHEA, DEM. Vedi CAMBODIA KAZAHSTAN +6 ore +7 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre KENYA +3 ore KIRIBATI, REPUBLIC OF CANTON, ENDERBURY IS. CHRISTMAS ISLANDS +12 ore -11 ore -10 ore KOREA, DEM. REPUBLIC OF +9 ore KOREA, REPUBLIC OF +9 ore KUWAIT +3 ore KYRGYZSTAN +5 ore +6 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre LAOS +7 ore LATVIA +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre LEBANON +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Settembre LEEWARD ISLANDS -4 ore ANTIGUA, DOMINICA, NEVIS MONTSERRAT, ST. KITTS ST. CHRISTOPHER, ANGUILLA LESOTHO +2 ore LIBERIA GMT LIBYAN ARAB JAMAHIRIYA +2 ore LITHUANIA +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre LUXEMBOURG +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre MACEDONIA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre MADAGASCAR +3 ore MADEIRA Vedi PORTUGAL MALAWI +2 ore MALAYSIA +8 ore MALDIVES +5 ore MALI GMT MALTA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre MARTINIQUE -4 ore MAURITANIA GMT MAURITIUS +4 ore MAYOTTE +3 ore MEXICO BAJA CALIFORNIA SUR & N. PACIFIC COAST (STATES OF NAYARIT, SINALOA AND SONORA) BAJA CALIFORNIA NORTE -6 ore -7 ore -8 ore -7 ore CULICAN, LA PAZ, & MAZATLAN ABOVE 28TH PARALLEL Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre MIDWAY ISLAND -11 ore MOLDOVA +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre MONACO +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre MONGOLIA +8 ore +9 ore ULAN BATOR Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Settembre MOROCCO GMT MOZAMBIQUE +2 ore MYANMAR +6:30' NAMIBIA +1 ora +2 ore FORMERLY BURMA Prima dom. di Settembre-Prima dom. di Aprile NAURU, REPUBLIC OF +12 ore NEPAL +5:45' NETHERLANDS +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre NETHERLANDS ANTILLES -4 ore SOUTHERN ST. MAARTEN NEW CALEDONIA +11 ore NEW HEBRIDES Vedi VANUATU NEW ZEALAND CHATHAM ISLAND +12 ore +13 ore +12:45' +13:45' Escluso CHATHAM ISLAND Prima dom. di Ottobre-Terza dom. di Marzo Prima dom. di Ottobre-Terza dom. di Marzo NICARAGUA -6 ore -5 ore 1° gennaio - ? NIGER +1 ora NIGERIA +1 ora NIUE ISLAND -11 ore NORFOLK ISLAND +11:30' NORTHERN IRELAND Vedi UNITED KINGDOM NORWAY +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre OMAN +4 ore PACIFIC ISLANDS TRUST CAROLINE ISLAND KUSAIE, PINGELAP, MARSHALL ISLANDS KWAJALEIN MARIANA ISLAND PALAU ISLAND PONAPE ISLAND +11 ore +12 ore +12 ore +10 ore +9 ore +11 ore Escluso GUAM PAKISTAN +5 ore PANAMA -5 ore PAPUA NEW GUINEA +10 ore Incluso BOUGAINVILLE ISLAND PARAGUAY -4 ore -3 ore Prima dom. di Ottobre-Ultima dom. di Febbraio PERU -5 ore PHILIPPINES, REPUBLIC OF +8 ore POLAND +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre PORTUGAL AZORES MADEIRA MAINLAND -1 ora GMT GMT +1 ora +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre Ultima domenica di Marzo-Ultima dom. di Ottobre Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre PUERTO RICO -4 ore QATAR +3 ore REUNION +4 ore ROMANIA +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre RUSSIAN FEDERATION Zona 1 Zona 2 Zona 3 Zona 4 Zona 5 Zona 6 Zona 7 Zona 8 Zona 9 Zona 10 Zona 11 +2 ore +3 ore +3 ore +4 ore +4 ore +5 ore +5 ore +6 ore +6 ore +7 ore +7 ore KALININGRAD Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre MOSCOW, ST. PETERSBURG, MUMARSK, ASTRAHAN, VOLROGRAD Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre SAMARA, IZHEVSK Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre CHELYABINSK, EKATRINBU RWANDA +2 ore SABA -4 ore ARUBA, BONAIRE, CURACAO, ST. MAARTEN ST. MAARTEN Vedi NETHERLANDS ANTILLES ST. KITTS-NEVIS -4 ore ST. LUCIA -4 ore SAINT PIERRE AND MIQUELON -3 ore -4 ore Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre SAINT VINCENT AND THE GRENADINES -4 ore SAMOA -11 ore SAN MARINO +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre SAO TOME ISLAND AND PRINCIPE ISLAND GMT SAUDI ARABIA +3 ore SCOTLAND Vedi UNITED KINGDOM SENEGAL GMT SEYCHELLES +4 ore SIERRA LEONE GMT SINGAPORE +8 ore SLOVAKIA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre SLOVENIA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre SOLOMON ISLANDS +11 ore Escluso BOUGAINVILLE IS. SOMALIA +3 ore SOUTH AFICA +2 ore SPAIN CANARY ISLANDS CONTINENTAL, BALEARIC, AND MALLORCA ISLANDS MELILLA GMT +1 ora +1 ora +2 ore +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre SRI LANKA +5:30' ST. HELENA GMT SUDAN +2 ore SURINAME, REPUBLIC OF -3 ore SWAZILAND +2 ore SWEDEN +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre SWITZERLAND +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre SYRIA +2 ore +3 ore 1 Aprile-30 Ottobre TAIWAN +8 ore TAJIKSTAN +5 ore TANZANIA +3 ore THAILAND +7 ore TOGO GMT TONGA +13 ore TRINIDAD AND TOBAGO -4 ore TUNISIA +1 ora TURKEY +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre TURKMENISTAN +5 ore TURKS AND CAICOS ISLAND -5 ore -4 ore Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre TUVALU +12 ore UGANDA +3 ore UKRAINE +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre UNITED ARAB EMIRATES +4 ore ABU DHABI, DUBAI, SHARJAH, RAS AL KHAIMAH UNITED KINGDOM GMT +1 ora CHANNEL ISLANDS, SCOTLAND, NORTHERN IRELAND, WALES Ultima dom. di Marzo-Quarta dom. di Ottobre UNITED STATES Vedi USA URUGUAY -3 ore -2 ore Terza dom. di Ottobre-Ultima dom. di Febbraio USA EASTERN CENTRAL MOUNTAIN PACIFIC ALASKA STD ALEUTIAN ARIZONA HAWAII INDIANA (EAST) BERING -5 ore -4 ore -6 ore -5 ore -7 ore -6 ore -8 ore -7 ore -9 ore -8 ore -10 ore -9 ore NEW YORK, WASHINGTON Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre CHICAGO, HOUSTON Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre DENVER Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre LOS ANGELES, SAN FRANCISCO Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre USSR Vedi RUSSIAN FEDERATION UZBEKISTAN +5 ore VANUATU +11 ore NEW HEBRIDES VATICAN +1 ora VENEZUELA -4 ore VIETNAM, SOCIALIST REP. +7 ore VIRGIN ISLANDS -4 ore ST. CROIX, ST. THOMAS, ST. JOHN WAKE ISLAND +12 ore WALES Vedi UNITED KINGDOM WALLIS AND FUTUNA ISLAND +12 ore WINDWARD ISLANDS -4 ore GRENADA, ST. LUCIA YEMEN, REPUBLIC OF +3 ore BOTH REPUBLICS YUGOSLAVIA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre ZAIRE KINSHASA MBANDAKA KASAI, KIVU, HAUT-ZAIRE, SHABA +1 ora +2 ore ZAMBIA +2 ore ZIMBABWE +2 ore




                                                                                                                          

Innovazioni

I Introduzione II Innovazioni: Punti A - S. Download this area on PDF

I Introduzione:

Per chi avesse letto tutte le sezioni antecedenti alla presente,
in questa pagina si riassumono brevemente le innovazioni alla
concettualità di base indipendentista in Sardegna, attraverso
l' esposizione dei vari concetti delineati e da delinerasi nel
portale.
La presente, racchiude il primo tentativo di enucleare un nuovo
modello, non figlio della tradizione Sardista (come IRS e SNI),
ma un modello dinamico, basato sulla realtà contemporanea
dell' evoluzione politica, in linea con tutti i più grandi standard
politici Europeisti, Asiatici e Nordamericani.
Un modello nuovo, versatile nell' attribuzione delle sue pertinenze
sociali in ragione della sua platea elettorale di riferimento,
plasmato sulle più attuali esigenze del popolo Sardo e del nostro
territorio.

Forse da altre parti a livello pratico non si esibiscono in misura
costante delle improbabili quanto fantasiose applicazioni
politiche?
Sulla base di quale risultato politico i movimenti attuali
potrebbero argomentare una presunta valenza delle loro forze
in campo?
Domande retoriche, da risposta implicita nei quesiti stessi.
Perchè vorremmo che un modello similare al nostro o tale
direttamente non si fosse mai posto in essere?
Perchè esporre oggi, in questo passaggio storico, un progetto
quale la costituzione di un soggetto politico dalle connotazioni
delineate nella sezione Progressisti, significa ammettere la
sconfitta storica di una obsoleta concezione indipendentista,
ormai agonizzante e prossima ad espirare.
Ma se si è arrivati a ciò, evidentemente lo spettro del tracollo
indipendentista classicista è alle porte.
Abbiamo innanzi sfide che vedono la cultura identitaria della
Natzione in
palesi difficoltà oggettive.
Il riconoscimento della maggioranza italianista di popolazione
Sarda è un elemento che induce pesanti riflessioni e porterà
negli anni l' indipendentismo a domandarsi se tutto ciò non
poteva in fondo essere verosimilmente evitato.
Ad oggi, niente e nessuno riconoscerà quanto esposto.

I ns movimenti attuali ricordano vagamente le monarchie di

un' epoca plumbea e vitrea, quando il sovrano despota ed
occluso dalla testardaggine non si rendeva conto che intorno al
suo trono attorniato da 4 adulatori, il suo territorio bruciava nelle
mani del vecchio ed abile avversario politico.
Non si accorse neppure quando era prossimo alla fine, il fossato
che aveva eretto tra il suo trono ed il resto del territorio andava
sprofondando su se stesso:
Inutili i tentativi di avvisarlo per salvare il salvabile.
L' ultimo e meritato viaggio verso l'
inettitudine infernale Dantesca.

Allo stato attuale, i modellli presenti non possono essere
considerati come interlocutori validi per tale processo riformatore.
In questo spazio, non esistono "strategie innovative" rispetto al
passato, ma esiste una plurima innovazione organica e strutturale
dell' architettura concettuale indipendentista, unita alla reale e
razionalmente percorribile via istituzionale dettata dalle comuni
consuetudini
politiche.
I nostri punti rappresentano la più autentica innovazione di
carattere politico/concettuale dei presupposti fondanti una
moderna forza
democratica, indipendentista e pluralista.
Nel merito e nella forma.
Tali passaggi si muoveranno parallelamente a sei temi chiave:
1- Recupero della credibilità.
2- Pragmatismo politico.
3- Responsabilità.
4- Interesse Natzionale, precedente da introdurre in tutte le
risoluzioni politicamente rilevanti per il traguardo
dell' autodeterminazione.
5- Rispetto, da recuperare nel mondo politico e nella società.
6- Superamento effettivo delle "ideologie", da tradursi su tutti i
piani della vita politica del partito:
- Immagine e comunicazione pubblica.
- Dibattito congressuale interno.
- Azioni politiche da assumere.
Si elimina completamente il terreno su cui prosperano ad oggi
le radici di qualsivoglia pregiudiziale.
Non ci sono limiti.
(Marzo 2006 - Agg. Marzo 2007).


II Riallineamento alla realtà corrente - Punti A - S:

A) Scissione del concetto di subalternità all' Italia dalla visione
indipendentista, la popolazione non si sente "colonizzata", nè
funzionale a mire di tipologia imperialistica, sia essa reale e/o
non percepita
.
B) Riconoscimento immediato della maggioranza italianista di
popolazione Sarda avente diritto al voto (Multiculturalismo).
C) Sulla base del risultato politico italianista, possiamo e
dobbiamo affermare con forza che non esiste ormai da tempo
nessun fenomeno di ribellione sociale ascrivibile alla popolazione
stessa, se non alimentata da manovre politiche italianiste
(Vedi sezione L' opinione, parte prima e seguenti).
D) Superamento della concettualità "Mossianista ed anche
Lussianista", abbandono dei miti
ed introduzione del versatilismo
politico.

Presupposti per la rimozione completa delle divisioni storiche e
concettuali che hanno caratterizzato la dispersione della valenza
politica rappresentata dall' unità.
Per Sardismo non si intende quindi esclusivamente il PS d' Az,
ma il contenitore generico dato da una tradizione "Sardista"
presente ormai sia nel centrodestra che nel centrosinistra.
Una percentuale rilevante socialmente e politicamente da non
ignorare o avversare.
E) Abbandono delle prospettive "anti-assistenzialiste", poichè
unitariamente al fenomeno clientelare, sono elementi diffusi in
tutto il territorio italiano, in tutte le realtà regionali e locali.
Non esiste nessun deterrente sociale ed economico apportato
dallo stato centrale a danno esclusivo della regione Sardegna e
del suo popolo per sedicenti finalità "repressive e colonizzanti",
in tutte le regioni del resto, sono presenti elementi di contiguità
a fenomeni di tipo "predatorio" ad opera di svariati gruppi e/o
personalità imprenditoriali dedite allo sfruttamento di risorse locali.
Le ingenti installazioni militari sono una problematica derivante
dalla posizione geostrategica della Sardegna nel Mediterraneo,
elemento corroborato dall' avvento della guerra fredda nella
seconda metà del '900.
L' Italia, a differenza di altri stati "imperialisti", non considera
ormai da tempo
la ns entità specifica in quanto nazione, ma
paradossalmente come "generica minoranza" della stessa,
la
Sardegna è una realtà regionale come altre, perfettamente
integrata nel suo territorio.

La risultante della percentuale votante di popolazione è il primo
indice di vittoria politica e sociale Italiana nei confronti della ns
identità.
Il Viminale utilizza quindi il termine idoneo definendo i ns
movimenti separatisti, condizione concettuale differente
dall' indipendenza: Indipendenza basantesi su una profonda e
diffusa appartenenza ad un sentimento nazionalitario popolare
comune, da noi ormai assente.
Concetto da non confondersi con la definizione di separatismo,
fenomeno da noi inapplicabile poichè essendo la Sardegna una
Natzione ben distinta da quella italiana non vi è nulla da separare
se non sul piano statale-giuridico. 
F) Abbandono della "teoria del complotto", semplice proposizione
propagandistica volta a sviluppare la coesione interna in chiave di
ribellione "anti-italianista" del militante, tesa in realtà a sviluppare
un maldestro senso di diffidenza nel militante stesso:
Concausa riflettutasi altresì in misura nociva persino nella contesa
interna ai movimenti.
Non esiste alcuna forza italianista e/o "servile" Sarda operante
per destabilizzare l' operato dei movimenti, nè più forze operanti
in sinergia a tale scopo, non solo politiche.

G) Distruzione e rimozione completa delle pregiudiziali in chiave
anti-autonomista, apertura immediata del dialogo con il Sardismo.
Riflesso al punto D.
H) Apertura di un tavolo di negoziazione per il rilancio strategico
della comune e residua identità storica, culturale, territoriale
della
Nazione Sarda - Politica di avanzamento e bilanciamento
unitario verso il terzo polo (Vedi seguenti).
I) Conseguente integrazione nelle dinamiche politiche italianiste
e nel panorama sociale del territorio.
J) Introduzione del concetto di pluralismo nella soggezione politica
in essere.
K) Adozione del concetto di Responsabilità politica dei
dirigenti:
Merito, valenza, esperienza politica
, interesse nazionale.
Relativo abbattimento delle "gerarchie inoperose" e cristallizzanti.
L) Apertura di un tavolo con le forze sindacali Sarde per lavorare
ad un piano di sviluppo volto all' introduzione del soggetto politico
nelle dinamiche sociali e del lavoro: Fase di costituzione della
strumentazione politica.
M) Revisione completa degli stili inerenti l' immagine e la
comunicazione del soggetto politico (Vedi sezione Società:
Parte 3, vedi Area Democratzia).
N) Introduzione del concetto di Federatzione Identitaria,
sovrastruttura pluralista integrante movimenti di differente
estrazione politica ma comunque volti alla finalità comune.
O) Adozione del concetto di Restaurazione, azione politica
progressiva all' atto del conseguimento di posizioni politicamente
rilevanti per la reintroduzione graduale delle pertinenze
nazionalitarie perdute: In un popolo destituito dalla posizione
leader nel suo territorio natio (sociale in primis oltre che politica),
non sarà mai possibile il "risveglio"
della coscienza identitaria dal
basso, ma la si dovrà reintrodurre
dall' alto, previo opportuno
conseguimento politico dei punti esposti (Vedi sezione L' opinione,
parte prima, punto 1 e seg.; Vedi
ad es. sezione Progressisti).
P) Posizione decisa ed unitaria per l' istituzione di un "Libro
comune
della lingua", (LSC) risoluzione definitiva delle decennali
diatribe in materia di lingua unificata: La realtà sociale corrente
vede una parte non quantificabile di popolazione che non ha
comprensione di tutte
le varianti del Sardo diverse dalla propria.
Riforma (passaggi Restaurazione) che non potrà basarsi sulle
generazioni attuali, ormai inserite in un contesto oscurantista ed
inestricabile, ma sulle prossime, previa introduzione nel sistema
scolastico: Fase di re-immissione nella società dei presupposti
basici della nazione.
Un popolo non può avere limitazione alcuna, la lingua è un
emblema ed una tematica cardine politica e sociale: Frontespizio
dell' unità e della coesione natzionale.
Q) Terzo polo identitario Sardista a carattere pluralista.
R) Tutela della componente cattolica di popolazione Sarda.
S) Rimozione del concetto di anti-globalizzazione come vincolo
primario per la demolizione della caratura isolazionista trasmessa
politicamente e socialmente alla Pubblica Opinione.
Conseguente revisione generale di alcuni contenuti fondanti in
essere dell' indipendentismo attuale.

Nessuno dei punti esposti può essere scisso dagli altri.
Non esistono nella realtà politica odierna ulteriori e plausibili
percorsi da poter intraprendere, fatta eccezione per i passaggi
ivi riportati.
Più si ritarderà nell' inevitabile riconoscimento di ciò, più diverrà
inestricabile il ginepraio politico e sociale su cui operare.

URN Sardinnya










Indipendentzia de Sardigna: Produzione URN Communications Sardinnya - Copyright © 2005/2006 - All rights reserved