AFGHANISTAN +4:30' ALBANIA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre ALGERIA +1 ora AMERICAN SAMOA -11 ore ANDORRA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre ANGOLA +1 ora ARGENTINA -3 ore ARMENIA +4 ore +5 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre ARUBA -4 ore BONAIRE, CURACAO, SABA, ST-MAARTEN AUSTRALIA LORD HOWE ISLAND NEW SOUTH WALES, VICTORIA, A.C.T., HIS, HTI, LDC NORTHERN TERRITORY OUEENSLAND SOUTH AUSTRALIA TASMANIA WESTERN AUSTRALIA +10:30' +11 ore +10 ore +11 ore +9:30' +10 ore +9:30' +10:30' +10 ore +11 ore +8 ore SYDNEY Ultima dom. di Ottobre-Prima dom. di Marzo Ultima dom. di Ottobre-Prima dom. di Marzo DARWIN ADELAIDE Incluso BROKEN HILL, NSW Ultima dom. di Ottobre-Prima dom. di Marzo Prima dom. di Ottobre-Ultima dom. di Marzo AUSTRIA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre AZERBAJIAN +4 ore AZORES Vedi PORTUGAL BAHAMAS -5 ore -4 ore Escluso TURKS AND CAICOS ISLANDS Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre BAHRAIN ISLAND +3 ore BANGLADESH +6 ore BARBADOS -4 ore BELARUS +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre BELGIUM +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre BELIZE -6 ore BENIN, PEOPLES REPUBLIC +1 ora DAHOMEY BERMUDA -4 ore -3 ore Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre BHUTAN +6 ore BOLIVIA -4 ore BONAIRE -4 ore ARUBA, CURACAO, SABA, ST-MAARTEN BOSNIA HERCEGOVNIA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre BOTSWANA +2 ore BRAZIL EAST WEST TERRITORY OF ACRE FERN. DE NORONHA MOST MAJOR AIRPORTS -3 ore -2 ore -4 ore -3 ore -5 ore -2 ore -3 ore COASTAL STATES, SAO PAULO, RIO, BRASILIA Quarta dom. di Ottobre-Ultima dom. di Gennaio Quarta dom. di Ottobre-Ultima dom. di Gennaio ATLANTIC ISLANDS BRITISH VIRGIN ISLANDS -4 ore BRUNEI DARUSSALAM +8 ore BULGARIA +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre BURKINA FASO GMT BURMA Vedi MYANMAR BURUNDI +2 ore CAMBOGIA +7 ore CAMEROON, REPUBLIC OF +1 ora CANADA NEWFOUNDLAND ATLANTIC EASTERN CENTRAL MOUNTAIN PACIFIC YUKON TERRITORY -3:30' -2:30' -4 ore -3 ore -5 ore -4 ore -6 ore -5 ore -7 ore -6 ore -8 ore -7 ore ST.JOHN'S Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre HALIFAX Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre TORONTO, MONTREAL, OTTAWA Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre REGINA, WINNIPEG Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre CAPE VERDE -1 ora CAYMAN ISLANDS -5 ore CENTRAL AFRICAN REPUB. +1 ora CEYLON Vedi SRI LANKA CHAD +1 ora CHILE CONTINENTAL EASTER ISLAND -4 ore -3 ore -6 ore -5 ore Seconda dom. di Ottobre-Seconda dom. di Marzo Seconda dom. di Ottobre-Seconda dom. di Marzo CHINA, PEOPLE'S REPUBLIC +8 ore COCOS (Keeling) ISLANDS +6:30' COLUMBIA -5 ore COMOROS Vedi MAYOTTE CONGO +1 ora COOK ISLANDS -10 ore COSTA RICA -6 ore COTE D'IVOIRE GMT CROATIA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre CUBA -5 ore -4 ore Prima dom. di Aprile-Seconda dom. di Ottobre CURACAO -4 ore ARUBA, BONAIRE, SABA, ST-MAARTEN CYPRUS +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre CZECH REPUBLIC +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre DENMARK +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre DJIBOUTI +3 ore DOMINICAN REPUBLIC -4 ore ECUADOR CONTINENTAL GALAPAGOS ISLANDS -5 ore -6 ore EGYPT +2 ore +3 ore Prima dom. di Maggio-30 Ottobre EL SALVADOR -6 ore ENGLAND Vedi UNITED KINGDOM EQUITORIAL GUINEA +1 ora ERITREA +3 ore ESTONIA +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre ETHIOPIA +3 ore FALKLAND ISLANDS -4 ore -3 ore PORT STANLEY Seconda dom. di Settembre-Terza dom. di Aprile FAROE ISLAND GMT +1 ora Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre FIJI +12 ore FINLAND +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre FRANCE +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre FRENCH GUIANA -3 ore FRENCH POLYNESIA GAMBIER ISLAND MARQUESAS ISLANDS SOCIETY ISLAND, TAHITI, TUBUAI ISLAND, TUAMOTU ISLAND -9 ore -9:30' -10 ore GABON +1 ora GAMBIA GMT GEORGIA +3 ore +4 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre GERMANY +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre GHANA GMT GIBRALTAR +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre GREECE +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre GREENLAND SCORESBYSUND THULE -3 ore -2 ore -1 ora GMT -4 ore -3 ore ANGMAGSSALIK Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre GUADELOUPE -4 ore ST.BARTHELEMY,NORTHERN ST.MARTIN GUAM +10 ore GUATEMALA -6 ore GUINEA GMT GUINEA-BISSAU GMT GUYANA -4 ore HAITI -5 ore -4 ore Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre HONDURAS -6 ore HONG KONG +8 ore HUNGARY +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre ICELAND GMT INDIA +5:30' ANDAMAN ISLANDS INDONESIA CENTRAL EAST WEST +8 ore +9 ore +7 ore KALIMANTAN, SULAWESI IRIAN, BARAT SUMATRA, JAVA, BALI, JAKARTA IRAN +3:30' +4:30' 1° giorno di primavera-1° giorno di autunno IRAQ +3 ore +4 ore 1 Aprile-30 Settembre IRELAND, REPUBLIC OF GMT +1 ora Ultima dom. di Marzo-Quarta dom. di Ottobre ISRAEL +2 ore +3 ore 1 Aprile-Ultima dom. di Agosto ITALY +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre JAMAICA -5 ore JAPAN +9 ore JOHNSTON ISLAND -10 ore JORDAN +2 ore +3 ore 1 Aprile-15 Ottobre KAMPUCHEA, DEM. Vedi CAMBODIA KAZAHSTAN +6 ore +7 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre KENYA +3 ore KIRIBATI, REPUBLIC OF CANTON, ENDERBURY IS. CHRISTMAS ISLANDS +12 ore -11 ore -10 ore KOREA, DEM. REPUBLIC OF +9 ore KOREA, REPUBLIC OF +9 ore KUWAIT +3 ore KYRGYZSTAN +5 ore +6 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre LAOS +7 ore LATVIA +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre LEBANON +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Settembre LEEWARD ISLANDS -4 ore ANTIGUA, DOMINICA, NEVIS MONTSERRAT, ST. KITTS ST. CHRISTOPHER, ANGUILLA LESOTHO +2 ore LIBERIA GMT LIBYAN ARAB JAMAHIRIYA +2 ore LITHUANIA +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre LUXEMBOURG +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre MACEDONIA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre MADAGASCAR +3 ore MADEIRA Vedi PORTUGAL MALAWI +2 ore MALAYSIA +8 ore MALDIVES +5 ore MALI GMT MALTA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre MARTINIQUE -4 ore MAURITANIA GMT MAURITIUS +4 ore MAYOTTE +3 ore MEXICO BAJA CALIFORNIA SUR & N. PACIFIC COAST (STATES OF NAYARIT, SINALOA AND SONORA) BAJA CALIFORNIA NORTE -6 ore -7 ore -8 ore -7 ore CULICAN, LA PAZ, & MAZATLAN ABOVE 28TH PARALLEL Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre MIDWAY ISLAND -11 ore MOLDOVA +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre MONACO +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre MONGOLIA +8 ore +9 ore ULAN BATOR Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Settembre MOROCCO GMT MOZAMBIQUE +2 ore MYANMAR +6:30' NAMIBIA +1 ora +2 ore FORMERLY BURMA Prima dom. di Settembre-Prima dom. di Aprile NAURU, REPUBLIC OF +12 ore NEPAL +5:45' NETHERLANDS +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre NETHERLANDS ANTILLES -4 ore SOUTHERN ST. MAARTEN NEW CALEDONIA +11 ore NEW HEBRIDES Vedi VANUATU NEW ZEALAND CHATHAM ISLAND +12 ore +13 ore +12:45' +13:45' Escluso CHATHAM ISLAND Prima dom. di Ottobre-Terza dom. di Marzo Prima dom. di Ottobre-Terza dom. di Marzo NICARAGUA -6 ore -5 ore 1° gennaio - ? NIGER +1 ora NIGERIA +1 ora NIUE ISLAND -11 ore NORFOLK ISLAND +11:30' NORTHERN IRELAND Vedi UNITED KINGDOM NORWAY +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre OMAN +4 ore PACIFIC ISLANDS TRUST CAROLINE ISLAND KUSAIE, PINGELAP, MARSHALL ISLANDS KWAJALEIN MARIANA ISLAND PALAU ISLAND PONAPE ISLAND +11 ore +12 ore +12 ore +10 ore +9 ore +11 ore Escluso GUAM PAKISTAN +5 ore PANAMA -5 ore PAPUA NEW GUINEA +10 ore Incluso BOUGAINVILLE ISLAND PARAGUAY -4 ore -3 ore Prima dom. di Ottobre-Ultima dom. di Febbraio PERU -5 ore PHILIPPINES, REPUBLIC OF +8 ore POLAND +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre PORTUGAL AZORES MADEIRA MAINLAND -1 ora GMT GMT +1 ora +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre Ultima domenica di Marzo-Ultima dom. di Ottobre Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre PUERTO RICO -4 ore QATAR +3 ore REUNION +4 ore ROMANIA +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre RUSSIAN FEDERATION Zona 1 Zona 2 Zona 3 Zona 4 Zona 5 Zona 6 Zona 7 Zona 8 Zona 9 Zona 10 Zona 11 +2 ore +3 ore +3 ore +4 ore +4 ore +5 ore +5 ore +6 ore +6 ore +7 ore +7 ore KALININGRAD Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre MOSCOW, ST. PETERSBURG, MUMARSK, ASTRAHAN, VOLROGRAD Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre SAMARA, IZHEVSK Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre CHELYABINSK, EKATRINBU RWANDA +2 ore SABA -4 ore ARUBA, BONAIRE, CURACAO, ST. MAARTEN ST. MAARTEN Vedi NETHERLANDS ANTILLES ST. KITTS-NEVIS -4 ore ST. LUCIA -4 ore SAINT PIERRE AND MIQUELON -3 ore -4 ore Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre SAINT VINCENT AND THE GRENADINES -4 ore SAMOA -11 ore SAN MARINO +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre SAO TOME ISLAND AND PRINCIPE ISLAND GMT SAUDI ARABIA +3 ore SCOTLAND Vedi UNITED KINGDOM SENEGAL GMT SEYCHELLES +4 ore SIERRA LEONE GMT SINGAPORE +8 ore SLOVAKIA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre SLOVENIA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre SOLOMON ISLANDS +11 ore Escluso BOUGAINVILLE IS. SOMALIA +3 ore SOUTH AFICA +2 ore SPAIN CANARY ISLANDS CONTINENTAL, BALEARIC, AND MALLORCA ISLANDS MELILLA GMT +1 ora +1 ora +2 ore +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre SRI LANKA +5:30' ST. HELENA GMT SUDAN +2 ore SURINAME, REPUBLIC OF -3 ore SWAZILAND +2 ore SWEDEN +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre SWITZERLAND +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre SYRIA +2 ore +3 ore 1 Aprile-30 Ottobre TAIWAN +8 ore TAJIKSTAN +5 ore TANZANIA +3 ore THAILAND +7 ore TOGO GMT TONGA +13 ore TRINIDAD AND TOBAGO -4 ore TUNISIA +1 ora TURKEY +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre TURKMENISTAN +5 ore TURKS AND CAICOS ISLAND -5 ore -4 ore Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre TUVALU +12 ore UGANDA +3 ore UKRAINE +2 ore +3 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre UNITED ARAB EMIRATES +4 ore ABU DHABI, DUBAI, SHARJAH, RAS AL KHAIMAH UNITED KINGDOM GMT +1 ora CHANNEL ISLANDS, SCOTLAND, NORTHERN IRELAND, WALES Ultima dom. di Marzo-Quarta dom. di Ottobre UNITED STATES Vedi USA URUGUAY -3 ore -2 ore Terza dom. di Ottobre-Ultima dom. di Febbraio USA EASTERN CENTRAL MOUNTAIN PACIFIC ALASKA STD ALEUTIAN ARIZONA HAWAII INDIANA (EAST) BERING -5 ore -4 ore -6 ore -5 ore -7 ore -6 ore -8 ore -7 ore -9 ore -8 ore -10 ore -9 ore NEW YORK, WASHINGTON Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre CHICAGO, HOUSTON Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre DENVER Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre LOS ANGELES, SAN FRANCISCO Prima dom. di Aprile-Ultima dom. di Ottobre USSR Vedi RUSSIAN FEDERATION UZBEKISTAN +5 ore VANUATU +11 ore NEW HEBRIDES VATICAN +1 ora VENEZUELA -4 ore VIETNAM, SOCIALIST REP. +7 ore VIRGIN ISLANDS -4 ore ST. CROIX, ST. THOMAS, ST. JOHN WAKE ISLAND +12 ore WALES Vedi UNITED KINGDOM WALLIS AND FUTUNA ISLAND +12 ore WINDWARD ISLANDS -4 ore GRENADA, ST. LUCIA YEMEN, REPUBLIC OF +3 ore BOTH REPUBLICS YUGOSLAVIA +1 ora +2 ore Ultima dom. di Marzo-Ultima dom. di Ottobre ZAIRE KINSHASA MBANDAKA KASAI, KIVU, HAUT-ZAIRE, SHABA +1 ora +2 ore ZAMBIA +2 ore ZIMBABWE +2 ore




                                                                                                                          

Progressisti
Question Time



Area Progressisti - Question Time per il lettore:


- Che cos' è l' URN Sardinnya?

L' Unione per la Responsabilità Natzionale.
Il superamento concettuale delle divisioni storiche e politiche per la
guida della nazione.

- Da chi è formato l' URN Sardinnya?

Da un gruppo di privati cittadini, delusi dai risultati dei modelli politici a
rappresentanza della nazione.

- Quali sono questi modelli?

Le forze politiche principali che riconoscono l' esistenza della Nazione
Sarda, tra cui: SNI, IRS ed il PS d' Az, A Manca pro s' Indipendentzia,
FP, non escluso l' UDS.


- Perchè argomentare il progetto Progressisti criticando i modelli
presenti?

L' unico sistema per esibire il contrasto che separa i principi unitari
prima che politici dei modelli attuali dal progetto Progressisti.

- Un' esempio?

L' autonomismo o il federalismo possono essere strumenti transitori per
un partito
indipendentista.
La maggiorparte della residua identità nazionale è diluita in svariate
sigle sardiste, avversare questo fenomeno significa avversare chi crede
nelle proprie radici, creando quindi i presupposti per dividere queste
anime in classi di guerra tra loro:
- Indipendentisti.
- Sardisti-autonomisti.
Esiste un bacino reale di elettori pari a circa il 20% di popolazione
votante, scaturiti dal declino politico di forze "Sardiste" quali il Partito
Sardo d' Azione.
Questo non è solo un dato incontrovertibile, è un dato politico enorme:
I poli italianisti hanno saputo sfruttare di conseguenza la debolezza
politica dei nostri rappresentanti. Sempre occupati a dividersi in classi.
Non solo ideologia alla base delle divisioni, ma classismo settaristico
più di tutto.
Questa differenza di interpretare la realtà la dice lunga su chi voglia il
dialogo per il bene dell' interesse nazionale e chi invece intenda tenere
in piedi fesserie concettuali divisorie.
Probabilmente per tenere in auge la propria "firma".

- Chi opera per dividere queste anime?

Parte di SNI ed IRS integralmente, sulla base di valutazioni politiche
tra cui le tesi "Mossianiste": A. S. Mossa grande figura nazionale ma
ampiamente superata dalla storia e dalla contemporaneità politica.
Più che altro vi è un giudizio politico che guarda esclusivamente al Partito
Sardo d' Azione. Con tale giudizio si motiva il carattere anti-autonomista
che scinde l' indipendentismo dal "Sardismo", diluito in diverse sigle
presenti sia nel centrodestra che nel centrosinistra.
Ma vediamo a seguire che cos' è oggi realmente il "Sardismo":
Non più ciò che ritiene l' indipendentismo, poichè esso, non ha saputo
distogliere lo sguardo dal Partito Sardo d' Azione nel corso della sua
opera propagandistico-intellettuale di consolidamento e di
auto-legittimazione.
Il "Sardismo" non è altro che un
contenitore generico di elettorato
identificantesi nell' appartenenza a radici
comuni della propria storia
e/o territorio (Vedi sezione L' opinione, parte 3).

Alienarsi da questa oscillazione concreta di votanti sparsi nel panorama
politico, significa precludersi la possibilità di crescere politicamente verso
l' unico bacino elettorale che ancora si riconosce nei valori comuni, pur
non credendo all' indipendenza.
Essi rappresentano l' ultimo baluardo politico per la difesa dell' identità
nazionale.

Tenere in piedi etichette divisorie è il cancro della nostra politica.
Serve una progettualità politica condivisa che si muova nel quadro di un
cammino graduale.

- Ma anche IRS e SNI credono in un cammino graduale.

Fantasie se non si pongono insieme degli elementi politici, istituzionali
e giuridici concreti per tale processo.
Sopratutto quando ormai da tempo non esiste più unità popolare verso
un sentimento comune quale è l' appartenenza ad una specifica
cultura.
I risultati delle forze politiche italianiste sono il metro migliore per
distinguere quale cultura specifica abbia preso il soppravvento.

- URN Sardinnya è autonomista, federalista o indipendentista?

Indipendentista, il federalismo e/o l' autonomismo come più volte
ricordato, possono essere all' evenienza strumenti di prosecuzione della
strategia politica.

- A cosa è dovuta la prevalente colorazione blu adottata da URN
Sardinnya?

Alla bandiera dell' Europa unita, la nuova frontiera dei popoli liberi.

- La Sardegna attuale è una Nazione dotata di una popolazione a carattere
multiculturale?

Certamente, Sarda ed Italiana.
Elemento da introdurre nell' evoluzione storica dell' indipendentismo Sardo.
Unica via per recuperare il divario che ormai separa il consenso pubblico
dalla causa politica di autodeterminazione nazionale.

- Spesso dagli attuali movimenti partono accuse di "servilismo" alla classe
politica regionale, come si pone URN Sardinnya al riguardo?

Le mancanze di rispetto e gli insulti non rientrano nella ns cultura politica,
certamente anche gli attuali dirigenti indipendentisti sapranno dissociarsi
da comportamenti inopportuni e poco eleganti verso chiunque.

- URN Sardinnya è Sardista?

No, il Sardismo (nella sua origine Azionista) è scomparso, sopravvive e
si auto-replica come contenitore politico e niente di più.
Progetto Sardegna di Soru è il
fulgido esempio del desiderio popolare di
una Sardegna moderna, ben
distante dagli obsoleti preconcetti del Partito
Sardo d' Azione.

Ne è prova anche un passaggio di voti dal PS d' Az a Progetto Sardegna
quando Soru debuttò in politica.


- Ma Progetto Sardegna non ha una soggettività indipendentista.

Questo è il dato preoccupante, al pari delle sigle sardiste impresse nei
poli italianisti, si ha la percezione dell' annacquamento culturale in cui
il ritardo politico di PS d' Az, SNI ed IRS hanno costretto la popolazione.
E' la prova del declino in atto della nazione e dell' incapacità dei modelli
attuali di dare una risposta politica unitaria per arginare tale processo.

- Il clientelismo e l' assistenzialismo sono una spiegazione sufficiente?

Con il 94% di preferenze a favore dell' Italia? Le colpe vanno ricercate
anche nei ns modelli politici natzionalitari.

- Persino l' incremento Sardo dei voti a favore dell' Udeur conferma uno
spostamento trasversalista dell' asse elettorale verso un moderatismo
centrista, il progetto
Progressisti sebbene laico, è quindi in linea con la
realtà politica corrente.

Come giudica URN Sardinnya le posizioni di IRS e SNI?

URN Sardinnya laico nella sua azione politica ma a tutela dei valori
fondamentali cui un certo laicismo esasperato oggi sembra mettere in
crisi.
Anche i cattolici non potranno nascondere la testa.
Sul piano prettamente politico, il progressivo accrescersi del moderatismo
che collimerà con un bipolarismo partitico nei prossimi anni (centrodestra e
centrosinistra), ci offre una chiara dimensione attuale di quanto i movimenti
siano distanti da questo processo.
In SNI alcune componenti premono per un avanzamento radicale verso
una formula socialista, cui proprio il grosso dell' elettorato và via via
allontanandosi.
IRS persegue invece dal canto suo una formula apolitica, tipica da
associazione culturale, basata su un' impropabile quanto utopico
"risveglio" delle coscienze, una metodica sicuramente destinata a non
entrare mai nei grandi numeri della politica.
Anche in relazione al fatto che non esiste alcuna maggioranza popolare 
sopita, a condizioni correnti, disposta ad imbarcarsi secondo questi
modelli verso l' indipendenza.
Ma non dimentichiamoci, non dimentichiamoci comunque la verità da
sempre celata nel mondo indipendentista: Siamo una Nazione dai tratti
marcatamente cattolici, tratti sin' ora mai rappresentati politicamente da
un soggetto indipendentista.
Di questa sensibilità collettiva bisognerà tenere conto.

- Se quindi il progetto Progressisti basa le sue argomentazioni sull' analisi
dei dati politici reali, su quali argomentazioni IRS e SNI basano le loro
rispettive valutazioni?

La somma di valutazioni teorico-filosofiche di più dirigenti, senza alcun
riscontro pratico politico presente nella ns società.
Spesso trattasi di revisioni e/o adattamenti di modelli politici o letterari
superati e difformi dal nostro contesto.
A questi aspetti bisogna aggiungere la presenza di un giudizio storico
che spesso si fonde con un giudizio politico improprio (data la diversità
contestuale degli avvenimenti con il presente), teso a giustificare la bontà
politica dei modelli oggi attivi.
Ad esempio quando si usa attaccare l' autonomismo Sardista.
Autonomismo che non guardiamo con estrema simpatia ma con cui si
evince chiaramente la necessità di relazionarsi per l' interesse primario.
I numeri parlano chiaro.
Dopotutto la nostra concettualità prevede la distruzione di queste classi
che oggi annebbiano la vista del nostro traguardo: I vari termini Sardismo,
autonomismo ed un malsano indipendentismo che tende ad isolarsi a
priori, senza aver ben chiaro il baratro verso cui ci si incammina.
Queste etichette hanno disintegrato le capacità politiche unitarie della
nazione.

- Cos'è il "moderatismo" e chi sono i "moderati?"

Un tema molto importante.
Termine tanto ambiguo quanto variegato, è un fenomeno politico in
costante ascesa dal crollo delle ideologie alla realtà politica
contemporanea.
Il moderatismo è dato dalla sintesi di una fascia generica di elettorato che
si discosta dalle appendici estreme presenti nel panorama politico.
Spesso il metro di unione è dato da più fattori che puntano a convergere
in un dato soggetto politico.
Alcuni di questi fattori sono (ad esempio) il ripudio delle ideologie, delle
tecniche di linguaggio massimalistiche, con la conseguente ricerca di una
stabilità sociale ed economica basata su una realpolitik contrapposta ad
ideologie utopiche ed impraticabili, sia a destra che a sinistra.
Ma il bacino di questo fenomeno è in costante espansione, vanno
inglobandosi svariati valori generici, quali la tutela della famiglia,
l' affermazione di una giustizia sociale, etc.
Oggi chiunque può essere un soggetto politico cosidetto "moderato",
Forza Italia, la Margherita, Progetto Sardegna, Udeur, Socialisti
Democratici, etc, sia laici che cattolici, non esiste un confine specifico.
L' errore più grande è fare finta che il fenomeno non esista o non ci
riguardi.

- Perchè gli attuali movimenti indipendentisti non rientrano in tali proprietà?
Eppure anch' essi sono propositori di una realtà equosolidale per la
società, in
cosa si differenzia il progetto Progressisti?

E' alquanto semplice, sia SNI che IRS dispongono di impianti politici e
concettuali difformi da questo processo politico in atto.
Alcuni sono propositori di modelli ideologici che la pubblica opinione
considera ormai ampiamente superati, al pari delle loro tecniche
comunicative, in altre sezioni si parlava di immagine e comunicazione.
Il perno comunicativo è un problema ancora presente in IRS, sebbene con
questo movimento si sia usciti dalle sabbie ideologiche.
Le tecniche stesse di linguaggio dell' indipendentismo, tendenti a creare
uno stadio di conflittualità con l' Italia (nel ns caso), sono perfettamente
ascrivibili ad una meccanica massimalista, sebbene vi sia una
schematica politica improntata al pacifismo per il conseguimento degli
obiettivi.
Oltretutto, presentare simili linguaggi conflittuali in una popolazione quale
la nostra, che non dispone di un sentire comune verso la nazione come in
altre realtà estere, è un doppio errore del ns indipendentismo.
Del resto, il 90% della popolazione si sente "colonizzata?"
Se la risposta è ovviamente no, significa che la nazione è in un vistoso
declino politico e sociale, se la risposta è sì, i nostri indipendentisti sono
lontani dal 90% della popolazione.
URN Sardinnya supera le vecchie architetture concettuali, non solo
politiche, ma persino strutturali, quindi anche comunicative.
La popolazione ha paura di questo indipendentismo, il nuovo progressismo
opererà presso le nostre consuetudini sociali e politiche per restituire
dignità al termine Indipendentzia.

- L' idea di spingersi comunque verso un centro comune non è del tutto
una novità, perchè rilanciare?

Perchè i vecchi tentativi sono stati il frutto di condizioni sbagliate: Status
politico, immagine, comunicazione, ambiguità ed erronei opportunismi
politici tesi a creare una babele di indipendentisti con unionisti e vie di
mezzo.
Progressisti mira ad escludere qualsiasi forza che non si riconosca nei ns
valori, che rientrano in una dimensione più ampia: L' autodeterminazione.
Non vi possono essere protodemocristiani, surrogati "Sardistici" e/o sigle
dichiaratamente avverse a tale processo.
Non solo: In Italia ci si avvia verso un bipartitismo, con tutto ciò che ne
consegue per le piccole sigle.
Una ondata di cui nessuno pare aver recepito l' avvicinamento.
La situazione è mutata, a maggior ragione, chi crede nella propria Nazione
dovrà coalizzarsi per tenere alta la nostra bandiera ed evitare il tracollo.
Per la prima volta si ribalterà anche la vecchia schematica di concepire
una efficiente comunicazione politica: Se il mondo politico italianista ha
nel tempo sfruttato la debolezza del Sardismo predandolo in varie sigle e
snaturandolo, Progressisti si proporrà alla platea Italianista con gli stessi
temi del dibattito politico italianista, onde erodere per la prima volta una
tipologia di elettorato oggi impensabile da conquistare con i concept
presenti.
Il nostro format è in linea con tale considerazione.
URN Sardinnya tende a superare i maldestri tentativi di creare un moderno
soggetto politico indipendentista, non nazionalista, disintegrando
comunque il vecchio "classismo", dato dalla battaglia tra autonomismo ed
indipendentismo.

- IRS non copre la posizione descritta?

Può darsi, ma a parte il fatto che perseveri l' errore "classista", non ha
niente a che vedere con la ns società: Oggi basta il termine Indipendentzia
per allontanare l' elettorato, figurarsi se con un simile impianto
comunicativo e concettuale è possibile "risvegliare" un popolo (ormai
decimato del resto).
Dobbiamo invece lavorare progressivamente per restituire al termine
Indipendentzia il valore e la dignità da consegnare alla storia.
IRS oltretutto è assente dal mondo del lavoro, sono venuti meno tutti i
presupposti basilari per il conseguimento di una valida struttura sociale
da accompagnare all' azione politica.
Non ha senso costituire un' altro soggetto politico che, come il movimento
di Sale, si regge su posizioni tendenti a preservare le solite percentuali
di indipendentisti:
Serve un valido impianto concettuale e comunicativo per il 90% dei Sardi,
non per i soliti noti, o per crescere di qualche magro punto percentuale
come IRS.
Essere cresciuti con IRS di qualche elemento non è un dato politico serio
su cui basare un' azione di lungo corso.
Erodere l' elettorato dei grandi partiti italiani è un' opera che contempla
un' articolazione che si distribuisce su diversi livelli, tra cui il mondo del
lavoro appunto, la società, le tecniche comunicative, il clientelismo, etc.
URN Sardinnya non partirà all' avventura.
E' tempo di cambiare registro.

- Perchè il mondo indipendentista e Sardista è assente dal mondo del
lavoro?

La tipica arroganza di chi non intende dialogare con chi ha come unico e
sacrosanto interesse la tutela economica del proprio nucleo familiare:
I ns lavoratori, che finiscono quindi in balia delle forze sindacali e politiche
italiane.
Una grave colpa della nostra politica.
Sperare di crescere politicamente senza costituire un metro di
partecipazione nella vita economica di un Paese è un lusso che solo i
suicidi politici di lungo corso possono permettersi.
Anche in funzione del problema, non certo secondario, che i votanti
italianisti rappresentano la maggioranza.

LA SVOLTA PROGRESSISTA

- Oltre all' impianto concettuale, qual' è  uno dei problemi principali nella
battaglia politica per l' autodeterminazione?

Oltre la mancanza di unità? Tutto, ma anche l' ideologia: Socialismo e
comunismo.

In un popolo non si può pretendere l' unione nazionale sulla base di una
classificazione ideologica.
La pubblica opinione moderna è attraversata da svariati modelli ed
orientamenti, che vanno rispettati ed assecondati politicamente per
essere rappresentati.
E' necessario introdurre il pluralismo nei ns modelli.

- Ma le ideologie sono cadute da tempo.

Un motivo in più per capire che i concetti di destra e sinistra sono per la
politica attuale delle terminologie ormai propagandistiche a cui
ascrivere
fasce di elettori in realtà prevalentemente moderate e riformiste.


- Alcune componenti di Sardigna Natzione Indipendentzia propongono
nel loro programma lo studio di modelli quali Cuba, la ex Jugoslavia e
la Cina, come valuta l' ipotesi il pensiero Progressista?

Per fare la "Cuba del Mediterraneo?" La società socialista ideale?
Saranno i figli di Feltrinelli....

- Nel corso della campagna 2004, Gavino Sale in una trasmissione
televisiva afferma che da un punto di vista economico, la Sardegna,
previa lavorazione delle sue proprietà minerarie, potrebbe produrre
microchip da piazzare sul mercato globale, come valuta l' ipotesi URN
Sardinnya?

Cina ed India detengono e deterranno la produzione di tale tipologia
manufatturiera per decenni, li vendono al chilo.
Non si capisce come potrebbe risultare competitiva la Sardegna in
questo settore.
Sarà stato consigliato male dai suoi esperti.



- Come giudica URN Sardinnya l' occhio politico del PS d' Az?

Vispo come i pesci esposti al mercato ittico.

- Chi è "Zampa?"

Un grande patriota il cui sentimento nazionalitario lo spinge ad apparire
pubblicamente in abiti propri della ns cultura.

- Dov' è lo "scandalo?"

Nessuno scandalo, ma solo consapevolezza che anche la ns cultura
progredisce, introducendo abiti più consoni agli attuali canoni mediatici.
Proviamo a capovolgere a specchio la questione:
Si sono mai visti abitualmente in tv dei politici italiani con abbigliamenti
medievali?....

- Parallelo azzardato: Piccola provocazione?

Può darsi.




- La documentazione approvata da SNI pone l' accento sulla lotta
alla globalizzazione, poichè associata agli "stati-nazione" viene
considerata un' arma con cui si impedisce qualsiasi emersione delle ns
peculiarità economiche, sociali e culturali del territorio.
Come valuta questo passaggio URN Sardinnya?

Considerazioni teorico-ideologiche prive di riscontro pratico.
Esempi: Tiscali e Plastwood sono due grandi realtà presenti nei mercati
esteri grazie alla globalizzazione.
La prima azienda si inserisce in una fase di espansione in occidente del
settore terziario, poichè i settori manufatturieri e della grande industria
vanno assestandosi ad oriente.
Plastwood è il classico esempio di produzione innovativa che riesce ad
imporsi comunque nell' ambito manufatturiero in relazione alla sua
specificità.
Non solo quantità ma anche qualità ed innovazione delle produzioni
sono il volano di questa globalizzazione, ne consegue che anche le ns
produzioni primarie possono tenere il passo.
Ma modernizzare l' economia Sarda significa investire sul terziario, sulle
nuove generazioni, il settore primario non è sufficente.
I ns modelli politici esistenti, al riguardo non hanno mai speso una riga
seria di
programma.
A parte magre rivendicazioni agropastorali, nei settori economici non
saprebbero dove mettere le mani, complice non un ritardo culturale in
tal senso, sia ben chiaro:
Trattasi di dirigenti molto preparati sotto questo profilo, ma tuttavia
distorti da valutazioni e modelli economico-politici superati.
Il problema ideologico è presente in tutti gli aspetti dell' azione politica
dei movimenti.
Talvolta fuso con l' inesperienza di alcuni dirigenti.
E' venuta meno anche la fondamentale scommessa sul risparmio ed una
efficace politica degli scambi.

- Cosa manca allo sviluppo di questo processo nei vari settori economici?

Non solo la necessità di una flessibilità nel mondo del lavoro, ma anche
politiche più elastiche, una fiscalità meno opprimente ed una grande
distribuzione (del tutto assente).
Quest' ultimo problema è in realtà un problema dell' intero sistema Italia,
non solo Sardo, i movimenti indipendentisti avrebbero comunque le mani
legate in questo ambito.
In tutta Italia il sistema francese ha assorbito ingenti quote di mercato,
di riflesso, finchè le politiche economiche dei modelli di Roma non
troveranno soluzioni al riguardo, non si potrà emergere compiutamente
in tale direzione: Non significa quindi, come ritengono molti ambienti
indipendentisti, che si stia "svendendo" la Sardegna di proposito ai
"malvagi capitalisti" stranieri.
Serietà vuole che si analizzino i fenomeni economici a monte.

- Quali strumenti adottare dunque?

Federalismo fiscale, la via obbligata per il ritorno dei capitali dispersi.

- Non è una novità, da tempo PS d' Az e SNI hanno proposte che vanno in
tale direzione.

Quì rientra in gioco il tema dell' interesse nazionale ed anche della
"gradualità strategica", queste due forze politiche la contemplano nella
proposta di revisitazione dello statuto regionale autonomo, secondo le loro
rispettive sfumature.
Secondo noi invece la riscrittura di uno statuto (benchè importante), non
rimuove
completamente un serio trasferimento di competenze che può
passare
esclusivamente per una riforma costituzionale italiana: Strada in
cui si è
già attivata la Lega Nord, la devolution è quindi solo un percorso
graduale ed obbligato.

Il federalismo fiscale è una tappa successiva.
I ns movimenti indipendentisti e sardisti non argomentano con chiarezza
attraverso quali strumenti possano conseguire con credibilità le loro
proposte se evitano di avvicendarsi a questa stagione di riforme
costituzionali.
Dispongono piuttosto di motivanti concettuali e filosofiche del tutto
estranee ad una seria
politica riformista.
Probabilmente non hanno neppure ben chiaro quale percorso "graduale"
intraprendere.
Quantomeno in SNI si è fatta propria la comprensione dell' utilità pratica
in materia di devolution.

- Su quali temi dovrebbe incentrarsi oggi il riformismo politico
dell' indipendentismo?

Riallineamento alla realtà corrente, capire come è mutato oggi il Sardismo,
capire come proporsi, sia per simbolismi ed immagini, sia per linguaggi
che sensibilità verso una società prevalentemente assorbita da una
massificazione mediatica degli standard politici e comunicativi.
Non guardiamo solo all' Italia, non è una questione di imitare nessuno,
basta farsi un giro per le campagne elettorali nel mondo: Giappone,
Svezia, Germania, Danimarca, Francia, Regno Unito, etc, etc.
Le tecniche evolvono, non si capisce perchè persistere in Sardegna
addirittura con propaganda e messaggistica di terz' ordine.


- Che cos' è il "trasversalismo?'"

Senza mezzi termini. Per quanto ci riguarda, il problema non esiste.
Quando politicamente è opportuno allearsi, non devono esistere deterrenti
di alcun genere.
I fallimenti del passato non costituiscono una valida giustificazione, nè per
quanto riguarda il presente, nè per quanto riguarda il futuro.
Le colpe vanno ricercate anche nei format poco credibili presentati in
passato, dei modelli che probabilmente si continua a propinare
all' elettorato.

- Cosa fa ritenere all' URN Sardinnya che le sue valutazioni troverebbero
un' applicazione soddisfacente nella realtà politica regionale?

La consapevolezza di dare un volto ad una soggettività politica credibile
nei confronti dell' elettorato rispetto al passato.
Sia per forma che per metodo.
Nessuno ha scoperto l' acqua calda, si tenta di enucleare per la prima
volta in un soggetto progressista, l' applicazione corretta dell' unica via
politica plausibile, che poi sono i fondamenti esposti nelle ns varie
sezioni (Vedi le sezioni cardine: L' opinione, Società, Progressisti,
Innovazioni).

- URN Sardinnya si sente più vicina ad IRS, a SNI, ai Sardisti o a terzi?

A chiunque sia disposto al dialogo, senza pregiudizi, nell' interesse della
nazione.

- Perchè creare proprio un soggetto "Progressista?"

Da tempo si odono voci ed aspirazioni di unità, progressismo, voglia di
rilanciare, voglia di cambiamento, me nessuno aveva mai tentato di
concretizzare in un unica soluzione tale ipotesi, URN Sardinnya l' ha
fatto.
Benchè ricordiamo, oltre il prototipo Progressisti, URN Sardinnya
ritiene prioritario arrivare ad una federatzione pluralista di soggetti politici
identitari.
Ero, anche conservatori per caratura sociale.

- Quanto conta oggi l' immagine e la comunicazione da proporre alla
pubblica opinione?

Tantissimo, sebbene non sia un dato quantificabile, spesso supera i
contenuti politici stessi.
Il gradino che connette il cittadino ad un dato soggetto politico è la somma
di più linguaggi, slogan, modo di porsi e simbolismo pubblicitario.
In Sardegna il ritardo per i ns movimenti è evidente, senza andare lontano
fuori dall' Italia, si osservi il contrasto con la meccanica pubblicitaria
Sudtirolese, non è solo una questione di finanziamenti, sono i messaggi
da trasmettere uno dei gap enormi per la ns politica.

- E' corretto per una parte di indipendentismo scegliere una formula di tipo
"purista?" Ovvero, senza presunte ambiguità, compromessi, alleanze e
finti autonomismi.

Per ogni indipendentista è una questione d' onore, del tutto comprensibile.
Sfortunatamente anche questo modo di porsi è confezionato su misura
degli attuali indipendentisti, il 90% della società non crede a tali principi
libertari e si rende pertanto la cura più rovinosa del male.
Come più volte ricordato, non esiste neanche più da tempo alcuna unità
popolare sulla base di un sentimento comune: La Nazione Sarda.
Ciò pone tutta una serie di considerazioni sullo stato in cui versa il
concetto stesso di indipendenza.
Secondo URN Sardinnya è opportuno lavorare progressivamente per
ripristinare e correggere l' erroneo abuso apportato sin' ora a tale termine.
Andrà reintrodotto unicamente in una fase successiva, quando il contesto
sociale ed economico sarà mutato ed una ipotetica forza politica
progressista avrà iniziato la sua opera restaurativa, senza necessariamente
richiamarsi in una fase iniziale all' indipendenza (Vedi sezione L' opinione,
punto 1:
Restaurazione, punto 10: Meccanica binaria).
Solo a tali condizioni il sentimento nazionalitario potrà svilupparsi con
moto spontaneo e consentire all' elettorato la ricerca del soggetto politico
che meglio ha saputo costituire una valida opera di tutela e promozione
della cultura identitaria.
Ma se oggi tale cultura identitaria non esiste più come in passato, è
d' obbligo riallineare la politica indipendentista alla massa elettorale
attuale (La concezione del versatilismo politico).

- L' introduzione di una concettualità versatilistica nel progetto Progressisti
delinea la possibilità che ad esempio tra qualche anno, qualora mutasse
lo scenario politico isolano, il progetto possa anch' esso mutare forma ed
adeguarsi?


Ovvio, non ci sono "bibbie" o paletti di alcun tipo.
Anche nell' indipendentismo si è tuttavia inseguito il rilancio, con il risultato
che non si è arrivati ad una riforma, ma ad una scissione:
Se il Sardismo era ormai isolato da tempo, dall' uscita di svariate
componenti di SNI è nata IRS.
Oggi abbiamo quindi triplicato le divisioni in seno a chi ha come comun
denominatore la tutela dell' identità nazionale: Sardismo, IRS e SNI.
Tutti contro tutti, proprio una bella riforma...
Ad IRS tuttavia, la simultanea entrata di nuovi attivisti ha consentito di
evadere con disinvoltura il termine scissione.
Nessuno dei tre del resto, supera attualmente in ogni caso il 6% di
preferenze.
Se poi osserviamo il "Sardismo" reale, ovvero il contenitore politico di cui
l' indipendentismo non si occupa, tra cdx e csx sfiora il 20% di elettorato.
Notare bene: 20% che tuttavia non crede a condizioni correnti
all' indipendenza.
E' evidente che l' indipendentismo attuale è fuori dai binari di una seria
valutazione politica.
Ma le colpe sono anche di chi, nel corso degli anni, ha consentito che si
giungesse a tale situazione.
Non singole persone, ma gruppi di dirigenti, oltre agli stessi coordinatori.
Non esiste quindi un solo capro espiatorio.
La mancanza di dialogo tra i soggetti politici citati è sempre e comunque
il primo crimine verso la nazione.

- Altro argomento. Come si pone l' URN Sardinnya nei confronti delle
energie rinnovabili per l' ambiente? Con riferimento a eolico e solare.

La ricerca in questi due ambiti è fondamentale, anche verso altri sistemi
di approvvigionamento, sia biocompatibile che classico.
Proprio il classico rimarrà purtroppo il sistema principale di riferimento,
una seria politica energetica ma anche economica ed ambientale deve
poter contemplare la realtà che ad un utilizzo industriale e civile, sia
l' eolico che il solare, non sono ancora in grado di coprire il 90% del ns
attuale ed altresì futuro fabbisogno energetico.
A livello ambientale oltretutto, non potremmo neppure deturpare
l' ambiente con chilometri di cellule fotovoltaiche necessarie e/o centinaia
di piloni eolici, in nome di un malinteso senso ecologista.

- Quando pensa l' URN Sardinnya di dare corso pratico alle sue
valutazioni?

Nei prossimi anni, a seguito dei risultati politici dei modelli attuali, per
valutarne eventuali mutamenti.
E delle capacità che avranno lo sviluppo dei ns contatti e dei ns membri
di aprire a livello locale delle liste civiche rimandanti al progetto
Progressisti.
Un gruppo purtroppo limitato numericamente.

- Un test per qualcosa di più?

Sicuramente.

- Possibilità di aderire a formazioni politiche preesistenti?

Sicuramente.

- Chi è Gavino Sale?

Un patriota con la barba.

- Bustianu Cumpostu?

Un patriota senza barba.

- La dirigenza del PS d' Az?

Fà parte del paesaggio.

- Come si giudica il successo carismatico di IRS nella persona di Gavino
Sale?

Un avvenimento positivo perchè accresce di diverse unità i militanti, ma
non significa che serva a sdoganare l' indipendentismo sui grandi numeri
della politica.
Il rischio è un' altro, si sviluppa un palese clima tipico da movimento
new-age....Sulla falsariga di un club o di un' associazione religiosa,
ambienti in cui spesso si precipita in una dinamica settaria:
I dibattiti divengono progressivamente letture preconfezionate per i
militanti, l' opposizione interna è pressochè nulla e tutti applaudono
a iosa rapiti dal santone di turno o dalla sua cerchia.
Mentre dall' esterno i giudizi negativi fermentano.

- Quindi?

Quindi c' è il serio rischio che se si passa troppo tempo a bocca
aperta, qualche mosca potrebbe entrarvici...

Marzo 2006 - Revisione Maggio 2007.


Gent. utente, si ricorda che la presente sezione è comprensiva dell'area Progressisti.


URN Sardinnya



  





Produzione URN Communications Sardinnya - Copyright © 2005/2006 - All rights reserved